La società Servizi Collaborazioni Novità
 

Home Page
Note legali

Mappa del sito
Contatti
La storia
Dove siamo?
Versione Inglese
Aziende partners
 
Sistema di Qualità certificato ISO9001:2000

Corsi di Brasatura

Corsi pratici per operatori di brasatura per il conseguimento del PATENTINO BRASATORE

· Caratteristiche e validità dei corsi
Le attuali disposizioni CEE in tema di normativa, relativa alle attività di brasatura, richiamano espressamente la necessità di procedimenti qualificati e personale certificato come previsto dalla Direttiva 97/23/CE, in regime vigente  ormai dal 29 Maggio 2002. Pertanto la necessità di condurre un adeguato addestramento non è solo la necessità di istruzione ma un aspetto fondamentale che prevede tempi e programmi ben definiti, previsti dalle norme e dai regolamenti nazionali. La direttiva con il termine "Giunzioni permanenti" (quelle giunzioni che posso essere disgiunte solo con metodi distruttivi, come nel caso delle giunzioni brasate) distingue le procedure dal personale addetto alle attività di brasatura e demanda tale competenza agli Organismi Notificati ( o un' Entità Terza Riconosciuta dal ministero di un paese membro della comunità Europea). La norma armonizzata, emanata dalla comunità in riferimento alla brasatura forte, è la UNI EN 13134 per la qualifica del procedimento, mentre per la certificazione del personale addetto alle attività di brasatura è la UNI EN 13133 (conosciuta come patentino).

LA BRASATURA (saldatura a fiamma)
La brasatura si effettua con la fiamma di una lampada per saldare o di un cannello a gas.
Questi due utensili, a gas liquidi in cartuccia o in bombola, permettono dei lavori di brasatura tenera con stagno a bassa temperatura (inferiore a 400°C) e di brasatura forte con argento, rame o alluminio ad alta temperatura (superiore a 450°C).

LA LAMPADA PER SALDARE
È unita al bruciatore da una cartuccia monouso di gas butano.
Potenza calorifica: 1900 watts ( 1650 kcal/h) per una mandata di 140 gr per ora.


IL CANNELLO
Può essere alimentato con butano o propano ed è costituito da 3 elementi:
un'impugnatura con un rubinetto di apertura/chiusura e di regolazione dell'alimentazione del gas;
lance (o bruciatori) intercambiabili;
un tubo flessibile di raccordo alla bombola di gas liquido.
Potenza calorifica da 6000 a 6500 watts (5230 kcal/h a 5660 kcal/h) per una mandata di 500 gr per ora.
Le lampade hanno lo stesso utilizzo ma il cannello, più potente, è più adatto ai grossi lavori e riscalda più velocemente i pezzi da brasare.

 

COME SCEGLIERE IL TIPO DI SALDATURA
LA BRASATURA PER CAPILLARITÀ O LA BRASATURA TENERA
Per la saldatura di tubature cioè la brasatura per capillarità dei tubi di rame d'alimentazione in acqua e gas, vengono sempre utilizzati il cannello o la lampada per saldare.
Quando i tubi sono ben uniti fra loro, la saldatura riscaldata,diventando liquida, penetra in profondità nel raccordo tra i tubi e con il raffreddamento assicura l'assemblaggio dei tubi e la tenuta stagna.
Per le condutture d'acqua, realizzare una brasatura tenera con lo stagno, la cui temperatura di fusione è tra 210° e 230°. Per le tubature di gas, realizzare una brasatura forte con l'argento al 40% che fonde a 600°.


LA BRASATURA FORTE DEI METALLI
Una lampada per saldare o cannello permette anche l'assemblaggio dei pezzi metallici per reggere carichi leggeri.
La tecnica di base è simile alla brasatura per capillarità.

LE PASTE INOSSIDANTI
Pasta per decappaggio per brasatura che evita l'ossidazione dei pezzi da saldare. In certi metalli d'apporto la pasta è incorporata:

Pasta per brasatura al rame
Pasta per brasatura all'argento
Pasta per brasatura all'alluminio

SCELTA DEI METALLI D'APPORTO
Il metallo d'apporto da utilizzare dipende dalla natura dei pezzi da assemblare e dal loro utilizzo.

DESCRIZIONE PER LA CERTIFICAZIONE DEL BRASATORE:

Per la certificazione del personale addetto alle giunzioni brasate in accordo alla norma UNI EN 13133, non è sufficiente conseguire un unico certificato (Patentino), questo perché la norma chiama in causa le variabili essenziali, come nel caso della qualifica del procedimento:
· Materiali da brasare.
· Diametri
· Spessori.
· Tipo di giunti
· Lunghezza di sovrapposizione
· Gas di riscaldamento.
· Posizioni di brasatura.
· E altri variabili descritti dalla BPS (Specifica Procedura di Brasatura )

La Sersim, in collaborazione con Assofreddo (Associazione Nazionale Frigoristi) e coadiuvato dall'Ente Certificatore TÜV Rheinland (organismo accreditato con numero di notifica 0035) in qualità di Organismo Notificato ai sensi della direttiva 97/23/CE (PED),  ha studiato e offerto una serie di servizi intesi a soddisfare tutte le modalità operative esistenti nelle imprese o utilizzatori, che operano nel settore progettazione, installazione e ovviamente in particolare per impianti di refrigerazione e condizionamento dell'aria.

· Requisiti per l'accesso ai corsi
Al corso possono partecipare operatori che hanno acquisito una buona esperienza pratica nei processi di brasatura forte e che intendono certificarsi, oppure la Sersim organizza corsi propedeutici al raggiungimento della certificazione (Patentino).

Posizione dei giunti

· Attivita' di formazione
Le attività di formazione e certificazione saranno svolte con l'obiettivo di preparare il personale addetto alle attività di saldatura, sia sul piano teorico che pratico, e di trasmettere quelle nozioni tecniche utili non solo per il superamento dell'esame, ma anche a garantire che le giunzioni realizzate in produzione soddisfino le proprietà minime indicate per i materiali collegati. Il corso non rimane, quindi, un momento didattico fine a se stesso ma consente l'accesso agli esami di qualifica e di acquisire la relativa certificazione.


· Iscrizioni
Per procedere all'iscrizione ad un qualsiasi corso è sufficiente utilizzare l'apposito modulo, compilandolo in ogni sua parte ed inviandolo al numero di fax 011 6053241.
E' possibile richiedere i moduli di iscrizione anche tramite il sito internet alla pagina "contatti" compilando il relativo modulo. Per ogni tipo di corso, nella quota di iscrizione sono compresi i materiali didattici e di consumo, le attrezzature di laboratorio. Qualora l'iscritto intenda annullare la propria iscrizione deve darne comunicazione alla segreteria entro cinque giorni dalla data d'inizio del corso stesso; oltre tale termine, La Sersim si riserva la facoltà di trattenere comunque il 50% della quota di iscrizione.

· Cancellazione
la Sersim si riserva la possibilità di cancellare un corso nel caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, dandone tempestiva comunicazione agli interessati.

 
 
 SERSIM S.r.l. - Via Onorato Vigliani, 202/A - 10127 Torino (TO) - Tel. +390116056318 - Fax +390116053241
 
Powereb by U N I C O NET ©
eXTReMe Tracker